.
Annunci online

ldp


Diario


4 febbraio 2007

COMUNISMO? NO GRAZIE

Il 25 gennaio 2006 poco più di un anno fa, veniva approvata dal Consiglio d’Europa la risoluzione di condanna dei crimini del comunismo. Finalmente da un annetto a questa parte una organizzazione internazionale, qual è il Consiglio d’Europa ha detto con chiarezza che il comunismo si può paragonare al nazismo. Come mai si è stati costretti ad intervenire al riguardo? Semplice perché i vari partiti comunisti del mondo hanno taciuto per oltre 80 anni i crimini da loro commessi, anche dopo il crollo del muro di Berlino nel 1989 e la “morte” del Partito comunista Sovietico nel 1992.

 
Il Consiglio d’ Europa è un'organizzazione internazionale il cui scopo è promuovere la democrazia, i diritti dell'uomo, l'identità culturale europea e la ricerca di soluzioni ai problemi sociali in Europa. Lo strumento principale d'azione consiste nel predisporre e favorire la stipulazione di accordi o convenzioni internazionali tra gli Stati membri e, spesso, anche fra Stati terzi.

 

Il titolo della risoluzione è “Necessità di una condanna internazionale dei crimini dei regimi comunisti totalitari” e come detto prima parte dalla constatazione che la grande opinione pubblica è molto poco a conoscenza di tali crimini relativi al secolo scorso e che finora, al contrario di quanto è avvenuto per i crimini del nazismo, nessuna istituzione internazionale ha preso chiaramente una posizione di condanna nei confronti delle atrocità dei regimi comunisti. Per questo ogni hanno è importante ricordare questo documento storico che smentisce in maniera definitiva le falsità dette dai partiti comunisti negli anni, compreso quello italiano. Basti solo pensare come ci hanno raccontato per decenni la storia della resistenza, nascondendo tutti i crimini e i delitti commessi dai partigiani comunisti durante e dopo la fine del conflitto.

 

La risoluzione inoltre invita tutti i partiti comunisti e post-comunisti degli stati membri del Consiglio d’ Europa che non l’hanno ancora fatto; a cito testualmente: “riesaminare la storia del comunismo e il loro proprio passato, a prendere chiaramente le distanze dai crimini commessi dai regimi comunisti totalitari ed a condannarli senza ambiguità”. Senza ambiguità è la parola fondamentale, peccato che in Italia tutto ciò ad un anno di distanza, debba ancora avvenire. Abbiamo un presidente della Camera che ha dichiarato una volta che si commuove a sentire i discorsi di Stalin. Il pdci con Rizzo che non vuole sapere nulla che riguardi i crimini compiuti dai partigiani comunisti, che tra le altre cose erano la maggior parte dei partigiani e soprattutto quelli meglio organizzati. Una tv Pubblica qual è la Rai che non ha mai trasmesso il film tv Porzus del regista Martinelli, che racconta la storia delle foibe.

 

Infine la risoluzione fa una stima dei morti dei vari regimi comunisti e ricorda che è una stima fatta per difetto. Il numero dei morti dei vari regimi comunisti è: Unione Sovietica, 20 milioni di vittime; Cina, 65 milioni; Vietnam, 1 milione; Corea del Nord, 2 milioni; Cambogia, 2 milioni; Europa Orientale, 1 milione; America Latina, 150 mila; Africa, 1,7 milioni; Afghanistan, 1,5 milioni. Il totale è circa 100 milioni di morti. Riflettete quindi quando alzate il pugno sinistro oppure quando esponente con orgoglio le bandiere rosse dell’unione sovietica, perché tutti quei gesti sono intrisi di sangue di innocenti.




permalink | inviato da il 4/2/2007 alle 18:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia     gennaio        marzo
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Politica interna
Politica estera

VAI A VEDERE

Il giulivo
Dott P
Forza Italia 8
forzaitaliablog
il domani appartiene a noi
Politica pisana
La grande forza delle idee
5 anni ancora
Neocon Italiani
Proamericanmovement
Daverik
Oggi
Exit
Maoddi
Mikereporter
Scheletri Sinistri
Civiltà
L' Italia liberale
La rivoluzione italiana


Ora esatta:

Link:






Mio pensiero

Questo blog tratta di politica e giornalmente verrà aggiornato trattando i fatti di tutti i giorni. Ovvio che esporrò il mio punto di vista, però i commenti ai vari articoli vi permetteranno di partecipare alla discussione mettendo in evidenza il vostro pensiero. Con questa premessa apro ufficilamente questo blog e auguro a tutti voi una buona permanenza.





Blog segnalato su:

Blog-Show la vetrina italiana dei blog!

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Sosteniamo:

Per l'Occidente

CERCA